Frutta: Come e Quando Mangiarla

Frutta

Quando vogliamo mangiare della frutta abbiamo l’imbarazzo della scelta: sapori che vanno dal dolce all’aspro, consistenze tra il morbido e il croccante e una grande varietà di colori. Ma non solo la varietà è ampia, ma anche i benefici per la salute sono molti, tanto che dovremmo mangiarne tre o quattro porzioni al giorno. Infatti la frutta contiene vitamine, minerali e altri sostanze che ci fanno bene come gli antiossidanti e le fibre. Ma affinché essa abbia un effetto benefico sul nostro corpo dobbiamo stare attenti a come la combiniamo e a quando la mangiamo. Ma priva di vedere questi due punti, facciamo un passo indietro e capiamo come si divide:

Classificazione della frutta

Tipi di frutta

La frutta fresca si divide in tre categorie principali:

  • Dolce: banana. caco, avocado, dattero, cocco e uva rossa.
  • Semi-dolce e semi-acida: pesca, albicocca, ciliegia, prugna, lampone, mora, mirtillo, amarena, mela, mango, papaya, fico, fico d’India, susina, nespola.
  • Acida: limone, arancia, mandarino, clementina, fragola, ananas, pomodoro, uva verde, melagrana, kiwi, ribes, pompelmo.

Combinazioni tra frutta

Come combinare la frutta

Vediamo ora le combinazioni che apportano maggiori benefici al nostro organismo:

  • Da mangiare da sola: angurie e meloni sono da mangiare da soli, meglio la mattina e a stomaco vuoto, perché vengono digeriti in fretta in quanto sono composti dal 90% di acqua e stimolano lo svuotamento gastrico. Quando questi frutti sono mangiati insieme ad altri cibi oppure sono consumati dopo un pasto possono causare cattiva digestione e gonfiori di stomaco.
  • Frutti dolci: questi frutti possono essere mangiati abbinati ad altri dolci o semi-dolci e semi-acidi, ma non con la frutta acida, con alimenti grassi e ricchi di amido, come le patate, perché gli zuccheri semplici della frutta, che vengono digeriti in fretta, entrano in conflitto con la digestione degli amidi.
  • Frutti semi-dolci e semi-acidi: può essere consumata sia con quella dolce sia con quella acida e anche con le verdure.
  • Frutti acidi: si può mangiarla con quella semi-acida e con quella secca. Sarebbe bene non mangiarla dopo un pasto ricco di amidi.

Quando mangiare la frutta

Quando mangiare la frutta

La frutta, a meno che non ci siano dei problemi alla digestione per cui in quel caso è meglio consumarla a stomaco vuoto, può essere mangiata quando si vuole, anche a fine pasto, per sentirsi freschi (anche se in caso di pasto abbondante è bene non esagerare), o come merenda.

Popups Powered By : XYZScripts.com