Guida ai Pannolini Lavabili – Parte prima

Perché usare i pannolini lavabili

Bimbo in arrivo? La nascita di un figlio, che sia il primo, il secondo o anche il terzo, insieme alla gioia grandissima, porta con sé la creazione di nuove abitudini e di nuovi equilibri. L’allattamento, le sveglie (e veglie) notturne, le coliche, i vomitini, i bagnetti e ovviamente i pannolini. I nostri neonati sono infatti dei grandi consumatori di pannolini: alcuni infatti si scaricano dopo ogni poppata e, tenendo presente che all’inizio mangiano ogni tre-quattro ore, il numero di pannolini da cambiare è piuttosto alto (in ogni caso è sempre bene non lasciare la pelle del piccolo a contatto con il pannolino anche solo sporco di pipì per troppo tempo, ma questo è un altro discorso).

Ad ogni modo, avete preso mai in considerazione di provare ad utilizzare, al posto dei tradizionali pannolini usa e getta, i pannolini lavabili? Quando al giorno d’oggi sentiamo parlare di pannolini lavabili, non dobbiamo pensare a quelli che usavano le nostre nonne, che non erano molto assorbenti, andavano sempre smacchiati e dovevano essere bolliti per essere igienizzati. Ma al giorno d’oggi nuovi tessuti e nuovi elettrodomestici rendono l’uso dei pannolini lavabili decisamente più semplice e alla portata di tutti. Se la questione vi incuriosisce, iniziamo a vedere per quale motivo la scelta di questi pannolini può risultare vantaggiosa per il vostro bambino e per voi:

La salute del bambino

I pannolini lavabili sono innanzitutto importanti per la salute del bambino: grazie ad essi la pelle riesce a respirare, cosa che, insieme all’assenza di sostanze chimiche presenti negli usa e getta, diminuisce l’insorgere di fastidiose dermatiti da pannolino.  Inoltre, l’utilizzo di questi pannolino aiuta il bambino ad avvicinarsi prima al vasino: infatti i pannolini lavabili fanno percepire al piccolo il bagnato, aiutandolo a capire perché viene cambiato.

Infine, questi pannolini contribuiscono al corretto sviluppo della anche, perché mantengono il bambino con le anche aperte e le ginocchia alte.

Pannolini lavabili

L’ambiente

Anche l’ambiente trae giovamento dall’uso dei pannolini lavabili, perché questi non producono rifiuti, a meno che non si utilizzino i veli per la pupù, che sono in ogni caso biodegradabili. Visto che non producono rifiuti, agevolano la famiglia, che può avere anche uno sconto sulla tassa dei rifiuti, come nei Comuni di Trento o di Venezia. Inoltre, l’energia che viene usata per produrre e lavare i pannolini lavabili è inferiore a quella impiegata per lo smaltimento degli usa e getta.

Il risparmio

Utilizzare i pannolini lavabili significa risparmiare: un kit completo di pannolini, formato da circa venti pezzi, costa più o meno 300-600 euro, in base ai modelli scelti e alle marche. Invece i pannolini usa e getta costano all’anno, in media, 900 euro. Inoltre la spesa per i pannolini lavabili viene ammortizzata se si hanno più figli.

E l’occhio vuole la sua parte!

I pannolini lavabili sono belli: in commercio se ne trovano di tanti colori e fantasie diversi e, in estate, possono essere usati come degli allegri shorts da mostrare. Inoltre in rete esistono alcuni siti dove è possibile acquistare dei pannolini lavabili fatti a mano, scegliendo anche la stoffa che si preferisce.

Popups Powered By : XYZScripts.com