Terrario: 5 mini-idee per arredare casa

In una casa, quell’elemento capace di dare un tocco in più è senza dubbio una pianta oppure un vaso di fiori: un angolo dedicato alla natura non solo purifica l’ambiente, ma lo rende anche più bello e accogliente. Tuttavia, non tutte le case hanno molto spazio per poter accogliere delle piante in vaso, ma non per questo è necessario rinunciare ad avere un po’ di natura nel proprio salotto. Infatti si può optare per un terrario, che occupa giusto un angolo su un mobile, ma non per questo è meno bello di una pianta.

Per realizzare un terrario serve un vaso oppure un contenitore di vetro, ma anche di plastica, terriccio, sassi, rocce o conchiglie. E poi ovviamente le piante, che di solito sono felci o piante grasse, che sono facili da gestire e resistenti.

Come prima cosa, per creare un terrario bisogna creare un piccolo strato di sassolini, da coprire con un altro strato di carbone attivo, che evita il formarsi di funghi oppure muffe. Poi va aggiunto lo strato di terriccio drenante, che vede occupare un quarto del contenitore prescelto. Nel terriccio dovranno poi essere inserite le piante e elementi decorativi a piacere. Ricordate che le piante devono essere annaffiate con parsimonia, perché non ci sono i fori di drenaggio. Ecco qualche idea:

Terrario con i barattoli di marmellata

terrario con barattoli di marmellata

I barattoli della marmellata lavati possono diventare degli ottimi contenitori dove ospitare un terrario. Possono essere messi semplicemente in verticale oppure in orizzontale, per una composizione più dinamica.

Terrario nella brocca

terrario nella brocca

Una brocca dell’acqua inutilizzata può trovare un nuovo utilizzo ospitando una pianta.

Terrari nei bicchieri

terrario nei bicchieri

Questi terrari ricavati nei bicchieri non solo possono abbellire la casa, ma anche fungere da segnaposto in caso di un pranzo oppure possono anche essere la bomboniera per un matrimonio.

Terrario nella lampadina

terrario nella lampadina

Le lampadine possono diventare degli oggetti d’arredamento e anche dei minuscoli, ma affascinanti, terrari.

Terrario nei portaspezie

terrario nei portaspezie

Quando le spezie sono finite, possiamo tenere i portaspezie e trasformarli in dei terrari. Come per i bicchieri, anche questi terrari possono diventare dei segnaposto o delle bomboniere.

(fonti: bobvila.com)

Commenti

commenti