Lavastoviglie: 5 dritte per usarla al meglio

La lavastoviglie è un elettrodomestico (quasi) essenziale nelle nostre cucine, perché ci permette di risparmiare del tempo e di evitare di lavare pile di bicchieri, pentole e piatti dall’aspetto infinito. Sul suo corretto utilizzo, girano voci alquanto discordanti: dalle mamme che dicono che è essenziale passare i piatti con la spugna prima di infilarli nella lavastoviglie ai mariti che insistono per metterci dentro ogni cosa.

In realtà ci sono una serie di falsi miti su questo elettrodomestico che ci portano ad utilizzarlo nel modo sbagliato, per cui a volte i piatti e i bicchieri non vengono puliti come vorremmo e con il tempo rischiamo di danneggiarlo. Ecco cinque dritte per utilizzarla al meglio:

1. Sciacquare o non sciacquare?

Prima di essere infilati nella lavastoviglie non è necessario sciacquare i piatti: infatti il detersivo serve per lavare e se non ha niente da pulire gli enzimi del sapone non agiscono correttamente. Inoltre, sciacquare prima i piatti è uno spreco di acqua. Resta però che bisogna togliere gli avanzi di cibo dai piatti, perché potrebbero tappare il filtro, e quindi è meglio eliminarli con una spugnetta bagnata o con i tovaglioli di carta.

2. Brillantante

lavastoviglie

Attenzione al brillantante, sopratutto se utilizzate le pastiglie; infatti molte pastiglie contengono già il brillantante e quindi bisogna disattivare quello della lavastoviglie. Inoltre, non usate l’aceto al posto del brillantante, perché essendo un acido potrebbe danneggiare la macchina, oltre a non essere efficace.

3. Questione di quantità

lavastoviglie

La lavastoviglie va fatta partire a pieno carico con la giusta quantità di detersivo, non troppo e nemmeno troppo poco. Infatti con la giusta dose di detersivo la lavastoviglie funziona al meglio e i piatti vengono puliti.

4. Tutto in lavastoviglie

lavastoviglie

Non tutte le stoviglie possono andare nella lavastoviglie, perché le alte temperature di lavaggio potrebbero rovinarle: è il caso di alcuni contenitori di plastica, le posate di legno, le stoviglie dipinte a mano o i contenitori in latta. Se avete dei dubbi, controllate la presenza o l’assenza del simbolo che indica che quella stoviglie può essere lavata dal nostro elettrodomestico.

5. Pulizia

lavastoviglie

La lavastoviglie per pulire deve essere pulita. Per questo è buona cosa prendersene cura. Per farlo è sufficiente, circa una volta al mese, farla lavare a vuoto con dei prodotti specifici che si possono trovare in commercio.

Commenti

commenti