Panettone fatto in casa: la ricetta classica

Quando si pensa a Natale, non si che può pensare al panettone, il dolce che più di tutti rappresenta questo periodo di festa. Alcuni lo apprezzano con i canditi, altri vuoto, alcuni con le gocce di cioccolato e altri con l’uvetta; c’è chi ne assaggia solo un pezzettino e chi invece non può rinunciare a una fetta gigante: insomma, al pranzo di Natale il panettone non può mancare.

In commercio possiamo trovare tutti i tipi di panettone che ci aggradano: si parte da quelli più economici del supermercato (che a volte non sono così buoni) a quelli di pasticceria, che non hanno un costo indifferente. Ma avete mai pensato a preparare il panettone nella vostra cucina? Certo, si tratta di una ricetta lunga e impegnativa (ci vogliono due giorni), ma il risultato saprà ricompensare lo sforzo e stupire i vostri ospiti.

Se volete cimentarvi in questa ricetta, ecco come preparare il panettone fatto in casa:

Ingredienti

panettoni

Per preparare il panettone fatto in casa sono necessari:

  • 400 g di farina manitoba
  • 120 g di farina 00
  • 13 g di lievito di birra fresco
  • 4 tuorli d’uovo
  • 120 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 10 g di miele di acacia
  • 210 ml di acqua tiepida
  • 3 g di sale
  • buccia di arancia grattugiata
  • 150 g di uvetta
  • 150 g di canditi

Avrete anche bisogno di uno stampo per panettone da un chilo (che potete acquistare in formato monouso oppure riutilizzabile) e di uno spillone apposito per far raffreddare il panettone fatto in casa (se non lo avete potete usare anche due spiedini molto lunghi). Se possedete un’impastatrice è meglio, perché vi permetterà di abbreviare i tempi.

Preparazione del panettone fatto in casa

Il consiglio è di iniziare a preparare il panettone fatto in casa nel pomeriggio, così da fare le due lavorazioni necessarie entro sera e poi lasciare lievitare la notte intera.

Fase uno

panettone

Iniziare prendendo 80 g farina manitoba, il lievito di birra e 40 ml acqua tiepida. Fate sciogliere il lievito nell’acqua e poi aggiungetevi metà della farina; mescolate e poi aggiungetevi il resto. Con questo impasto formate una pallina e fatevi un taglio a croce al centro; poi mettetela in una ciotola, copritela con della pellicola e lasciatela lievitare nel forno, con la luce accesa, per quattro-cinque ore circa.

Fase due

panettone

Trascorso questo tempo, prendete 90 grammi della palla lievitata (il resto non vi servirà per il panettone, ma potreste usarlo per altre preparazioni), 160 g di farina manitoba, 100 grammi di farina 00, 70 grammi di burro a temperatura ambiente, 70 grammi di zucchero, 2 tuorli d’uovo e 170 ml di acqua tiepida.

Nella ciotola dell’impastatrice sciogliete la palla lievitata nell’acqua tiepida. Unitevi poi le due farine poco per volta, aiutandovi con un cucchiaio, avendo cura che, prima di aggiungere un’ulteriore cucchiaiata, quella precedente sia stata assorbita. Aggiungete poi un tuorlo e, quando si sarà amalgamato, l’altro. Aggiungere poi lo zucchero. Infine, aggiungere il burro tagliato a cubetti e lasciate che l’impastatrice faccia il suo lavoro per venti minuti circa.

Terminato questo tempo, coprire la ciotola dell’impastatrice con la pellicola, avvolgerla con una coperta e lasciare che lieviti tutta la notte.

Fase tre

panettone

La mattina seguente, prendete 160 grammi di farina manitoba, 20 grammi di farina 00, 30 grammi di zucchero, 10 grammi di miele, 2 tuorli d’uovo, il sale, 20 grammi di burro fuso e la buccia d’arancia grattugiata. A parte mettere l’uvetta a mollo in acqua calda e tenete pronti i canditi.

Riprendete l’impasto preparato la sera precedente e aggiungetevi le farine, il miele e il sale. Impastate fino a quando non sarà tutto ben amalgamato, poi aggiungete lo zucchero. Fate amalgamare e aggiungete i tuorli uno per volta. Poi aggiungete la scorza d’arancia e, alla fine, il burro fuso. Lasciare che l’impastatrice lavori per un quarto d’ora. Nel frattempo togliere l’uvetta dall’acqua, strizzarla e, trascorso il tempo, aggiungerla all’impasto, abbassando la velocità dell’impastatrice al minimo. Poi unire anche i canditi.

Infarinare una spianatoia e mettervi l’impasto, che andrà piegato più volte su se stesso, per poi formare una palla che deve riposare per un’ora circa. Trascorso questo tempo, piegare ancora più volte, poi formare una palla e metterla nello stampo. Mettete quindi a lievitare nel forno con la luce accesa e un pentolino di acqua bollente all’interno; la lievitazione sarà ultimata quando l’impasto raggiungerà quasi il bordo dello stampo.

Fase quattro

panettoni

Togliere il panettone fatto in casa dal forno, attendere trenta minuti e poi fare un taglio a croce sulla sua superficie e appoggiarvi al centro i 20 grammi di burro restanti, dopo averlo tagliato a cubetti. Accendete il forno a 190 gradi, in modalità statica, e quando il forno è pronto infornate il panettone. Attendere sette minuti, poi aprire il forno, fare uscire il vapore e abbassare a 180 gradi. Lasciare cuocere per 30 minuti.

Terminata la cottura, togliere il panettone e infilzare il fondo con lo spillone. Mettere il panettone fatto in casa a testa in giù e farlo raffreddare per un’intera giornata. Dopo questo tempo, il panettone è finalmente pronto! Un consiglio: prima di mangiarlo attendete ancora un giorno tenendolo coperto con la pellicola; in questo modo il sapore del panettone sarà ancora più buono.

(fonti: misya.info/uovazuccheroefarina)

 

Popups Powered By : XYZScripts.com