Guida ai Pannolini Lavabili – Parte seconda

 

Pannolini lavabili

Vi avevamo già parlato dei pannolini lavabili e del perché sceglierli è vantaggioso per il bambino, per l’ambiente e anche per il portafoglio. Se siete orientati ad utilizzarli, dovete però tenere presente che non esiste un solo tipo di pannolini, ma in commercio ce ne sono diverse tipologie. Ma non solo: i pannolini infatti non si differenziano solo per i modelli, ma anche per i tessuti con i quali sono fatti. Ogni modello risponde a particolari esigenze e bisogni che si possono avere, per cui è importante capire quale è il pannolino che fa per noi. Per comprenderlo, ecco quali sono i pannolini lavabili che si trovano in commercio e in cosa si differenziano:

Pannolini lavabili pocket

 

Questi pannolini sono composti da una mutandina impermeabile con una tasca all’interno della quale vanno infilati degli inserti assorbenti, di norma un paio. Di solito si trovano in due misure, quella newborn, per i neonati, e quella in taglia unica, regolabile in base al peso del bambino con dei bottoncini o con il velcro. Una volta utilizzati, vanno smontanti di modo da lavare bene sia la mutandina sia gli inserti.

Il tessuto che resta a contatto con la pelle può essere naturale oppure tecnico; quest’ultimo rimane meno bagnato rispetto al primo, che però ha il vantaggio di essere più delicato sulle pelle sensibili. Gli inserti possono a loro volta essere in microfibra, in cotone oppure in bambù.

I pannolini lavabili pocket sono poco ingombranti, anche perché si può scegliere quanti inserti infilare in base alle proprie necessità, si asciugano rapidamente una volta lavati e sono anche i più disponibili sul mercato. Di contro, sono i pannolini con meno tenuta, in quanto questa varia in base all’imbottitura e a come si riesce a far adattare il pannolino alle forme del bimbo.

Pannolini lavabili fitted

 

Questi pannolini sono composti da solo tessuto assorbente preformato e per questo vanno indossati con un cover. Possono essere a taglia unica, taglia newborn oppure taglia XL, che possono essere utilizzati la notte in caso di bambini grandi. I pannolini si adattano al bambino attraverso dei bottoncini e possono essere fatti di bambù, che offre una grande assorbenza a fronte di un ingombro ridotto, di cotone o di tessuto tecnico.

I pannolini lavabili fitted contengono bene le fuoriuscite e vestono bene il bambino, ma sono piuttosto ingombranti.

Tipi di pannolini lavabili

Pannolini lavabili all in one

Questa tipologia di pannolini è quella che assomiglia di più agli usa e getta, in quanto non vanno montati prima del loro utilizzo, avendo già una parte assorbente interna e una parte impermeabile esterna, e questo li rende più semplici da usare. Come i tipi precedenti di pannolini lavabili si possono regolare con dei bottoncini. Il fatto che siano un pezzo unico richiede un maggiore tempo di asciugatura, per questo motivo alcuni modelli permettono di essere “aperti”, restando in ogni caso un pezzo unico.

Pannolini all in two

Quest’ultimo tipo di pannolini lavabili è composto da una parte impermeabile e da una parte assorbente che vengono unite quando il pannolino deve essere indossato: questo rende l’asciugatura rapida, per quanto a volte non è nemmeno necessario lavare la mutanda impermeabile. Nei pannolini all in two gli inserti vengono fissati nella cover con dei velcri o dei bottoncini che permettono agli inserti di non “scappare”. Gli inserti sono spesso sagomati e possono avere delle barriere che si sommano a quelle delle mutandine: in questo modo si riducono al minimo le fuoriuscite.

Tra i vantaggi di questi pannolini c’è il fatto che si possono acquistare meno cover e che ci sono meno cose da lavare, in quanto sono gli inserti assorbenti a sporcarsi. Ci sono dei modelli in cui gli inserti si inseriscono senza bottoncini, ma hanno lo svantaggio di non essere molto stabili. Restano in ogni caso piuttosto ingombranti.

Popups Powered By : XYZScripts.com