Pizza Perfetta? 10 Errori da Evitare

pizza

Chi di voi ha mai provato a preparare la pizza in casa? Sicuramente quasi tutti, e quasi tutti, almeno le prime volte, non sarete stati soddisfatti del tutto davanti al risultato. Probabilmente alcuni tuttora non sono contenti della pizza che preparano, tanto che alla fine preferiscono andare a mangiarla fuori oppure prenderla d’asporto. Tra pizze mollicce, condimenti che colano e croste bruciate ci si può scoraggiare, ma in realtà fare degli errori durante la preparazione della pizza avviene spesso perché bisogna essere precisi.

Vediamo allora quali sono gli errori da evitare quando si fa la pizza:

1. Non prestare attenzione al tipo di farina

Le farine non sono tutte uguali; per fare una pizza buona bisogna scegliere una farina che sia di ottima qualità e di tipo 0, che può essere mescolata con quella manitoba se si vuole una pizza più morbida. Nell’acquistare la farina, scegliete quella di origine biologica.

2. Un lievito qualsiasi

Anche la scelta del lievito è importante e, se non si è pratici nell’uso del lievito madre, è meglio usare quello in granuli (7 gr per un kg di farina) oppure quello fresco (1 panetto per un chilo di farina).

3. La palla per lievitare

Per far lievitare bene l’impasto bisogna creare una sorta di palla, ma seguendo un procedimento preciso: bisogna stendere la pasta a rettangolo e piegarla su se stessa un paio di volte ed è in questo modo che deve riposare.

Pizza margherita, close-up, fuoco selettivo

4. Lievitazione in frigorifero

L’impasto non deve lievitare in frigorifero, a meno che non abbiate a disposizione 12 ore. Meglio tenere la pizza nel forno spento, in un recipiente in vetro oliato bene e coperto con un canovaccio.

5. Quando mettere il sale?

Attenzione a non aggiungere il sale e il lievito nello stesso momento, perché il sale blocca la lievitazione. Quindi il sale è bene aggiungerlo per ultimo, dopo aver impastato tutti gli altri  ingredienti.

6. Niente zucchero

Un pizzico di zucchero serve alla lievitazione; è bene aggiungerlo insieme al lievito e si può anche sostituire con il miele o il malto.

pizza

7. Usare il mattarello

La pizza andrebbe lavorata a mano e quindi non stesa con il mattarello. Se volete fare delle pizze singole, dividete l’impasto in porzioni prima di farlo lievitare e poi stendetele con le mani. Se invece volete un pizza alta usate le dita.

8. Pomodoro

Attenzione alla quantità di pomodoro da mettere sulla pizza: bisogna dosarla con un cucchiaio e metterne poca al centro e ancora di meno ai bordi.

9. Cottura

La pizza, nel forno elettrico, va cotta a massima temperatura (250 gradi) per una decina di minuti. Poi si ultima la cottura per altri dieci minuti a media temperatura.

10. E gli altri condimenti?

Tutti i condimenti della pizza, esclusa la passata, vanno aggiunti a metà cottura per non fare colare il tutto quando la si mangia.

(fonte:lacucinaitaliana.it/foto:web)

Popups Powered By : XYZScripts.com