Diete a Confronto: Dukan, Tisanoreica, Lemme. Il nostro verdetto

Diete

Al giorno d’oggi tra la popolazione sono in aumento i soggetti sovrappeso e obesi. Queste condizioni comportano notevoli problemi di salute (ad esempio predisposizione a patologie come diabete di tipo 2 o l’aumento del rischio di problemi cardiovascolari) e portano chi ne è affetto a provare qualsiasi cosa per perdere peso velocemente, scegliendo di seguire diete “miracolose”. Spesso infatti ci si affida a schemi dietetici che “promettono” una perdita di peso veloce, senza considerare però le conseguenze a livello metabolico.

In questo articolo metto a confronto tre diete simili ma diverse, dando un’opinione generale ed alcuni suggerimenti.

Dieta Dukan: questo tipo di dieta è caratterizzata dalla presenza di alte dosi di proteine a discapito dei carboidrati. È divisa in quattro fasi, due per il dimagrimento e due per la stabilizzazione del peso. Nella prima fase i carboidrati sono praticamente vietati e vengono reintrodotti in quantità bassissime successivamente.

Dieta Tisanoreica: questa è una dieta integrata non sostitutiva, caratterizzata dalla presenza di cibi proteici ed un’integrazione a base di erbe. Anche in questo caso i carboidrati sono molto ridotti (dieta ipoglucidica) e può essere seguita per massimo 40 giorni.

Dieta Lemme: il metodo Lemme prevede una dieta ipoglucidica e normo proteica (io direi iperproteica). Si possono consumare quantità illimitate di pasta, carne e pesce ma i carboidrati sono permessi solo a colazione fino ad orari stabiliti. Alcune classi di alimenti sono completamente assenti (con il latte e i derivati) e vengono eliminati lo zucchero e il sale.

Il mio parere è che nessuna di queste “diete” possa essere considerata completa e bilanciata. All’inizio è facile perdere peso poiché la digestione e la processazione delle proteine ingerite richiede un dispendio energetico maggiore, ma si rischia di andare in chetosi metabolica (non si assumono abbastanza zuccheri e vengono prodotti corpi chetonici a partire dai grassi che servono a dare energia al posto dei carboidrati) con danni renali, probabile disidratazione, crampi muscolari, arrivando fino all’aritmia.

Il mio consiglio è di non affidarvi a diete che promettono un dimagrimento drastico in breve tempo, piuttosto iniziate ad eliminare i cibi spazzatura e le bevande gasate, seguite una dieta in stile mediterraneo (facendovi aiutare da un professionista del settore) e iniziate a praticare un’attività fisica regolare (anche una semplice camminata di 30 minuti al giorno).

Dott.sa Tiziana Placitu

Popups Powered By : XYZScripts.com